Sospeso l'obbligo di verifica dell'effettivo versamento delle ritenute da parte dell'appaltatore

Pubblicato il in News

A seguito delle restrizioni introdotte dal Decreto "Cura Italia" e dal Decreto "Liquidità", è stato momentaneamente sospeso i termini di versamento delle ritenute su redditi di lavoro autonomo.

Tale esonero si ripercuote, necessariamente, sull'impossibilità, per il committente, di attuare quanto previsto dall'art. 17-bis del D.Lgs. 241/1997 in merito all'obbligo di verifica dell'effettivo versamento delle ritenute su redditi di lavoro dipendente applicate con riferimento ai lavoratori impiegati in un contratto di appalto e, in caso di esito negativo, di sospensione dei pagamenti relativi all'appalto stesso.

Detta normativa tornerà applicabile non appena terminerà la proroga (quindi, in base alla normativa vigente in questo momento, a partire dall'1 luglio) e torneranno ad essere applicati i termini di versamento "ordinari".

Da ultimo, ricordiamo che è stata prorogata anche la validità dei c.d. "DURC fiscali" emessi prima del 29 febbraio. Questi documenti sono da ritenersi validi fino alla data del 30 giugno 2020.