Scade il 20 settembre il termine per l'invio delle comunicazioni black list

Pubblicato il in News

Dopo la proroga annunciata ad aprile, è ormai prossima la scadenza per la trasmissione della comunicazione black list relativa all'anno 2015.

Due le novità principali

1. la periodicità: a differenza di quanto accaduto in precedenza, quando le comunicazioni dovevano essere effettuate mensilmente o trimestralmente, a partire da quest'anno e con riferimento all'annualità 2015, l'invio sarà annuale e dovrà essere effettuato con le stesse scadenze previste per lo spesometro (ovvero 10 o 20 aprile a seconda che il contribuente liquidi l'iva mensilmente o trimestralmente). Eccezionalmente per quest'anno, però, la scadenza è stata appunto prorogata al 20 settembre.

2. le operazioni rilevanti: sempre a partire dalle operazioni realizzate nel 2015, cambia anche la soglia di rilevanza che passa da 500 a 10.000 euro. Una volta però verificato che le operazioni attive e passive poste in essere con una controparte residente in un Paese black list ammontano a più di 10.000 euro, queste andranno comunicate tutte, anche quelle di importo irrisorio (non tenendo quindi più conto del vecchio limite di 500 euro).