Nuove regole per il rimborso IVA trimestrale

Pubblicato il in News

Il Decreto Semplificazioni e la Legge di Stabilità 2015 hanno introdotto modifiche che hanno interessato la disciplina dell'utilizzo del credito Iva.

In particolare, è stata prevista la possibilità, per i crediti di importo superiori a 15.000 euro, di sostituire la presentazione della garanzia con l'apposizione del visto di conformità da parte di un professionista abilitato e l'attestazione delle condizioni patrimoniali e contributive previste anche per i contribuenti virtuosi.

Per quanto riguarda l'utilizzo del credito trimestrale in compensazione, si ricorda che:

  • per i crediti fino a 5.000 euro occorre solo attendere il giorno successivo a quello dell'invio telematico del modello TR prima di procedere con l'utilizzo del credito;
  • per i crediti superiori a 5.000 euro, invece, la compensazione è possibile solo a partire dal 16 del mese successivo a quello di presentazione del modello TR. A differenza di quanto previsto nel caso di richiesta di rimborso del credito, per l'utilizzo in compensazione di crediti anche superiori a 15.000 euro non è necessario apporre il visto di conformità.

Infine, sono state introdotte due nuove caselle per adeguare il modello alla disciplina vigente: il rigo TA13, da compilare nel caso di operazioni soggette a split payment che danno diritto al rimborso privilegiato dell'imposta, e la casella (nel frontespizio) da barrare nel caso di modifica della modalità di utilizzo del credito.