Nuova agevolazione per marchi e brevetti: introdotto il "Patent Box"

Pubblicato il in News

Il disegno di Legge di Stabilità ha introdotto il patent box, ovvero un regime opzionale di tassazione agevolata applicabile ai redditi derivanti dall’utilizzo di opere dell’ingegno, brevetti industriali o marchi di impresa.

Possono usufruire del regime opzionale di tassazione agevolata tutti i soggetti residenti in Italia titolari di reddito d’impresa ovvero Società di capitali, Società di persone, Imprese individuali e Stabili organizzazioni italiane di soggetti residenti in Paesi rientranti nella white list.

Condizione per rientrare nel regime di tassazione agevolata è che vengano svolte, anche attraverso soggetti esterni all'impresa, attività di ricerca e sviluppo finalizzate alla realizzazione dei marchi, dei brevetti o dei beni immateriali oggetto della agevolazione.

L'agevolazione consente loro di optare per l’esclusione dal reddito complessivo e dal valore della produzione rilevante ai fini Irap di un ammontare pari al 50% del reddito derivante dall’utilizzo di beni immateriali collegati all’attività di ricerca e sviluppo.

Per il calcolo del bonus occorre procedere in questo modo:

1. Determinare il reddito derivante dall’utilizzo dei beni immateriali

2. Determinare il rapporto tra i costi di ricerca e sviluppo connessi al bene immateriale e i costi complessivi

3. Moltiplicare il reddito al punto 1 per il rapporto al punto 2 4. Applicare la percentuale del 50% al risultato ottenuto.

L’opzione è esercitabile dall’esercizio successivo a quello in corso al 31.12.2014 e ha durata 5 anni senza possibilità di revoca ma con possibilità di rinnovo.