IVAFE DOVUTA SOLO PER I PRODOTTI FINANZIARI

Pubblicato il in News

Ieri, 10 novembre, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la L. 30 ottobre 2014 n. 161 (legge europea 2013-bis) che prevede l’applicazione dell’IVAFE solamente ai prodotti finanziari, i conti correnti e i libretti di risparmio detenuti all’estero. Conseguentemente, risultano oggi soggetti all'imposta citata solamente le seguenti attività:

  • valori mobiliari
  • strumenti del mercato monetario
  • quote di organismi di investimento collettivo del risparmio
  • contratti a termine e derivati
  • contratti finanziari differenziali
  • ogni altra forma di investimento di natura finanziaria.

Secondo parte della dottrina, la nuova legge questo comporterebbe l’esclusione dall’ambito di applicazione dell’imposta le quote di partecipazione in società estere non rappresentate da titoli e i finanziamenti soci, con la necessità di procedere già per il 2014 con il ricalcolo dell’acconto dovuto.