Identificati i requisiti per il rimborso prioritario da "Split payment"

Pubblicato il in News

In base al testo del Decreto Ministeriale emanato il 20 febbraio scorso, non risulta più necessario rispettare i requisiti dettati dall'art. 2 del DM 22/03/2007 per ottenere in via prioritaria il rimborso dell'Iva a credito derivante dall'applicazione del meccanismo dello split payment. 

Conseguentemente non è più richiesto:

  • l'esercizio dell'attività da almeno 3 anni
  • l'importo del credito almeno pari a 10.000 euro se annuale o a 3.000 euro se trimestrale
  • l'ammontare del credito iva chiesto a rimborso almeno pari al 10% dell'imposta assolta su acquisti e/o importazioni effettuate nello stesso periodo per cui si richiede il rimborso.
Per ottenere in via prioritaria il rimborso, è invece solamente richiesto il rispetto dell'unico requisito specifico dettato dall'art. 8 comma 2 del DM 23 gennaio 2015 e ciò significa che i rimborsi possono essere erogati per un importo non superiore all'ammontare complessivo dell'imposta applicata mediante split payment nel periodo oggetto di rimborso.

Tali nuove regole sono applicabili già a partire dalle richieste di rimborso riferite al primo trimestre 2015.