Dal 02 maggio reverse charge anche per tablet, laptop e console da gioco

Pubblicato il in News

Il Decreto Legislativo 24/2016 ha introdotto un nuovo ambito di applicazione del meccanismo del reverse charge applicabile a partire dal prossimo 02 maggio.

Da quel momento, infatti, anche per le vendite di tablet, laptop e console di gioco effettuate nei confronti di soggetti passivi Iva, l'imposta verrà assolta dall'acquirente.

In particolare, per quanto riguarda l'ambito oggettivo, la nuova disposizione è applicabile a tablet PC e laptop riconducibili al codice 8471.30 della Nomenclatura combinata, e alle console da gioco classificate al codice 9504.50 della Nomenclatura combinata.

Non è rilevante poi che il bene oggetto della cessione sia nuovo o usato.

A differenza di quanto disposto per la vendita di telefoni cellulari, in questo caso il reverse charge è da applicare in tutte le fasi distributive (si ricorda invece che per i telefoni cellulari l'inversione contabile è applicabile solamente nella "fase distributiva che precede il commercio al dettaglio" così come chiarito dall'Agenzia delle Entrate nella circolare 59/2010).