Imprese e professionisti obbligo di POS per pagamenti da parte di soggetti privati

Pubblicato il in Fiscale

Termini di decorrenza

Il Dl 150/2013 “Milleproroghe”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 febbraio scorso, prevede quindi:

  • un termine di decorrenza differenziato in relazione a distinte classi di imprese e professionisti: 
  1. obbligo dal 28.03.2014 per imprese e professionisti il cui fatturato, nell’anno precedente a quello nel corso del quale è stato effettuato il pagamento, sia stato superiore a 200.000 euro;
  2. obbligo dal 30.6.2014 per tutti gli altri operatori; 
  • un importo minimo di 30 euro (definito eventuale dalla norma primaria) dei pagamenti ai quali si applica la nuova disposizione di legge. 
Soggetti obbligati
I soggetti obbligati sono tutti gli esercenti di attività economiche e cioè le imprese e i professionisti beneficiari di un pagamento da parte di consumatori o utenti da intendersi come privati, persone fisiche, che acquistano beni e servizi al di fuori dell’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta.


 Gli acquirenti cui deve essere assicurata la possibilità di pagare con carte di debito, anche prepagate o ricaricabili, pur in assenza di un conto corrente di appoggio, sono le persone fisiche che agiscono per scopi estranei all’attività propria svolta.


Sanzioni
Quanto all’aspetto sanzionatorio si evidenzia che, ad oggi, non esiste una sanzione per chi non fosse in grado di provvedere all’installazione degli strumenti di pagamento in tempi utili.
Di seguito riportiamo una tabella riepilogativa della novità sopra descritta:


 
 Dal 28.03.2014
  Dal 30.06.2014
  Imprese e professionisti beneficiari di un pagamento da parte di soggetti privati
 Obbligo accettazione pagamenti con Pos se fatturato dell’anno precedente a quello del pagamento è superiore ad € 200.000 
 Obbligo accettazione pagamenti con Pos per tutti, indipendentemente dal fatturato 


Con la stessa logica dell’introduzione dell’obbligo del Pos, ossia al fine di favorire e promuovere gli strumenti di pagamento elettronico, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha dettato misure volte a ridurre le commissioni sulle transazioni effettuate con mezzi di pagamento elettronici: la decorrenza di queste ultime misure è prevista per il prossimo 29 luglio 2014.