Circolare PG 01/2020: Contrasto alle indebite compensazioni e pagamento del modello F24

Pubblicato il in Circolari

Il c.d. "Decreto fiscale" ha introdotto nuove misure volte a contrastare il fenomeno delle indebite compensazioni di crediti effettuate attraverso il modello di pagamento F24.

Tale modifica produrrà, già a partire dall'imminente scadenza del 16 gennaio 2020 (termine ultimo per il versamento dei contributi e delle ritenute operate sulle retribuzioni di dicembre 2019), una sostanziale modifica della modalità di presentazione e pagamento del modello F24.

In particolare si renderà necessario presentare il modello F24 esclusivamente tramite i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate in tutti i casi in cui si intenda utilizzare in compensazione i crediti maturati in qualità di sostituto d'imposta. La novità, così come confermato dalla risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 110 del 31 dicembre 2019, coinvolge tra i suddetti crediti quelli maturati in qualità di sostituto d'imposta quali, ad esempio:

  • i crediti da conguaglio di fine anno o di fine rapporto,
  • i crediti da conguaglio da assistenza fiscale (crediti 730),
  • il c.d. Bonus Renzi,
  • i crediti per famiglie numerose e per canoni di locazione,
  • i crediti che derivano dal modello 770.

Pertanto per procedere al pagamento delle deleghe aventi somme a credito, così come sopra specificato, sarà necessario:

  • procedere alla presentazione della delega per il tramite di un intermediario abilitato

oppure

  • presentare direttamente il modello F24 utilizzando i servizi "F24 web" o "F24 online" messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate tramite i canali Entratel o Fisconline.

Ne consegue altresì che non sarà più possibile utilizzare i servizi home banking o altri strumenti di pagamento messi a disposizione dalle banche. Resta fermo, indipendentemente dalla tipologia di compensazione effettuata, l'obbligo di presentare il modello F24 a saldo zero esclusivamente attraverso i summenzionati servizi telematici.

La norma si applica sia ai titolari di P.IVA che ai privati.

Lo Studio resta fin da subito disponibile sia a gestire l'adempimento per conto del datore di lavoro, sia a fornire tutti i chiarimenti necessari ed adeguato supporto affinché il Cliente possa aprire e gestire in totale autonomia uno tra i canali Entratel o Fisconline.