Circolare n. 44/2020: Nuova sospensione dell'attività di riscossione da parte dell'Agenzia delle Entrate

Pubblicato il in Circolari

Con la pubblicazione del DL 129/2020 sulla Gazzetta Ufficiale del 20/10/2020, sono stati nuovamente sospesi i termini per la riscossione e per la notifica delle cartelle esattoriali.

La presente circolare rappresenta quindi un aggiornamento, dovuto all'entrata in vigore di nuove norme, rispetto a quanto indicato nella nostra circolare n. 43/2020.

Novità per le cartelle di pagamento

Sono sospesi fino al 31 dicembre 2020 i termini di versamento derivanti da:

  • cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione;
  • avvisi di accertamento esecutivi emessi dall'Agenzia delle Entrate;
  • avvisi di addebito emessi dagli enti previdenziali;
  • atti di accertamento esecutivi emessi dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli;
  • ingiunzioni emesse dagli enti territoriali;
  • atti esecutivi emessi dagli enti locali.

I versamenti non effettuati, dovranno essere recuperati entro il 31 gennaio 2021 in unica soluzione.

Novità per i piani di rateazione già in essere

Come anticipato nella nostra circolare 43/2020, il Decreto Rilancio ha raddoppiato il numero massimo di scadenze "non rispettabili" prima di decadere dalla rateazione, portandolo da un massimo di cinque ad un massimo di dieci rate.

Il DL 129/2020 estende questa agevolazione alle istanze presentate fino al 31 dicembre 2020.

Novità in tema di accertamento

E' stato prorogato di 12 mesi il termine di decadenza e prescrizione in scadenza nel 2021, con la conseguenza che gli avvisi di accertamento, di contestazione, di irrogazione delle sanzioni, di recupero dei crediti d'imposta o di liquidazione i cui termini di decadenza sono scaduti o scadranno tra l'8 marzo e il 31 dicembre 2020 potranno essere emessi entro il 31/12/2021 e saranno notificati tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022, salvo specifici casi di indifferibilità o urgenza.