Circolare n. 14/2021: Decreto "Sostegni-bis" - Proroga del Tax Credit locazioni

Pubblicato il in Circolari

Il Decreto "Sostegni-bis"(1) ha modificato la disciplina relativa al credito d'imposta sui canoni di locazione, estendendolo a parte del 2021.

Per beneficiare della proroga, sono richieste alcune condizioni che sono in parte diverse rispetto ai criteri previsti per il 2020.

Di seguito si illustrano quindi i tratti principali della nuova normativa.

I beneficiari

Possono usufruire del credito d'imposta:

  • le società;
  • le imprese individuali;
  • i professionisti;
  • i contribuenti forfettari;
  • gli Enti Non Commerciali;
  • tutte le strutture alberghiere che svolgono un'attività individuata dai codici ATECO della sezione 55.

I contratti che danno diritto all'agevolazione

L'agevolazione spetta con riferimento ai canoni pagati a fronte di:

  • contratti di locazione;
  • contratti di leasing immobiliare operativo(2);
  • contratti di affitto d'azienda;
  • contratti di servizi a prestazioni complesse.

In ogni caso, l'immobile deve essere di tipo non abitativo e destinato allo svolgimento della propria attività (devono quindi essere immobili strumentali per destinazione).

Le condizioni

I beneficiari del credito devono innanzitutto aver realizzato, nel secondo periodo d'imposta precedente rispetto a quello in corso al 26 maggio 2021, ricavi e/o compensi non superiori a 15 milioni di Euro.

Tale requisito non è richiesto per le strutture alberghiere.

Seconda condizione è che i contribuenti abbiano subito un calo del fatturato e dei corrispettivi medio mensile del periodo compreso tra l'1.4.2020 e il 31.3.2021 pari almeno al 30% di quanto conseguito nel periodo 01.04.2019-31.03.2020.

Questo secondo requisito non è richiesto per chi ha iniziato l'attività dopo l'1.1.2019 e per gli Enti Non Commerciali che esercitano esclusivamente la propria attività istituzionale.

Riferimento temporale e misura del credito

Resta invariata la misura del credito d'imposta che sarà quindi pari al 60% (o al 30% nel caso di affitto d'azienda) del canone pagato con riferimento ai mesi che vanno da gennaio a maggio 2021.

Modalità di utilizzo

Come già previsto in precedenza, il credito potrà essere utilizzato in dichiarazione dei redditi (come detrazione IRES/IRPEF), in compensazione o mediante cessione (anche parziale) a terzi(3).

Le particolarità per le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e i tour operator

Per queste particolari categorie di contribuenti, il credito d'imposta spetta per i mesi che vanno da gennaio a luglio 2021.

La condizione per beneficarne è aver subito un calo del fatturato dei singoli mesi 2021 pari almeno al 50% di quanto conseguito nello stesso mese 2019.

A differenza di quanto previsto per gli altri contribuenti, quindi, si continuerà ad effettuare un confronto "mese su mese", senza fare invece riferimento al fatturato medio mensile.


Note:

(1) DL 25 maggio 2021 n. 73 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 123/2021

(2) Il leasing operativo è un contratto senza vincoli di durata e senza opzione di riscatto, con il quale l'utilizzatore ottiene la disponibilità dell'immobile

(3) Al riguardo si evidenzia che il Decreto "Sostegni-bis" non effettua il rinvio all'art. 122 del DL 34/2020 che consente la cessione del credito. E' però da ritenere la cessione sia comunque possibile, considerando le finalità dell'istituto. Sul tema si dovrà, quindi, attendere il provvedimento attuativo che approva la modulistica, per valutare la decisione adottata dall'Agenzia delle Entrate. Fino a quel momento, il credito non è cedibile a terzi.