Circolare n. 10/2016: Inventario e valutazione delle rimanenze al 31/12/2016

Pubblicato il in Circolari

Come ogni anno, con l'avvicinarsi della fine dell'esercizio sociale e al fine di provvedere alla chiusura del bilancio, nel rispetto delle relative scadenze civilistiche e fiscali, si rende necessario disporre della valutazione delle rimanenze di magazzino relative a merci, materie prime, prodotti in corso di lavorazione e prodotti finiti esistenti al 31/12/2016 sia presso i magazzini dell'impresa,sia presso i terzi (ad es. in conto deposito, conto lavorazione, conto visione, conto installazione, etc..) sia in viaggio (ossia quelle merci di proprietà dell'azienda che però non sono ancora entrate fisicamente nel magazzino della stessa).

Nel caso di società di servizi, vanno rilevati i lavori ed i servizi in corso di realizzazione al 31/12/2016 e la relativa valorizzazione.

Invitiamo pertanto tutti coloro che svolgono attività d'impresa a redigere l'inventario analitico di magazzino con riferimento alla situazione esistente al 31/12/2016 nel quale dovranno essere indicate le giacenze con le seguenti modalità:


 Materie prime, merci e semilavorati Distinta analitica raggruppata secondo categorie omogenee (per natura e valore), incluse le merci, materie prime e semilavorati viaggianti, con l'indicazione del criterio di valutazione adottato
 Prodotti in corso di lavorazione Distinta analitica dei prodotti in corso di lavorazione  con l'indicazione dei costi di produzione sostenuti fino al 31/12/2016
 Lavori in corso di realizzazione Distinta analitica di tutti i lavori e servizi in corso di esecuzione al 31/12/2016 con l'indicazione del criterio di valutazione adottato (costo di produzione o corrispettivo pattuito), nonché del costo industriale sostenuto/corrispettivo maturato sino alla data di chiusura dell'esercizio 
 Prodotti finiti Distinta analitica di tutti i prodotti finiti, inclusi i prodotti finiti viaggianti, con l'indicazione dei costi di produzione sostenuti al 31/12/2016

In allegato alla presente trasmettiamo modello di lettera, da copiare su carta intestata della società, utilizzabile per la comunicazione allo Studio delle rimanenze finali al 31/12/2016. A fronte degli importi comunicati si rammenta che è necessario disporre del dettaglio della composizione e valorizzazione del magazzino.

Si ricorda che il dettaglio valorizzato delle rimanenze dovrà essere riportato sul libro inventari e comunque conservato ed esibito nel caso di richiesta da parte degli organi verificatori dell'Amministrazione Finanziaria.

Data l'importanza civilistica e fiscale dell'adempimento, si invita la spettabile clientela a redigere l'inventario con la massima cura e precisione e di farcene pervenire copia al più presto e comunque, se possibile, entro la fine di febbraio 2017.