Circolare n. 09/2022: I nuovi obblighi di fatturazione elettronica per i forfetari(1)

Pubblicato il in Circolari

Dal prossimo 1 luglio 2022, in presenza di determinate condizioni, verrà meno l'esonero dall'obbligo di fatturazione elettronica per i contribuenti forfetari.

I soggetti interessati dalle novità

Il nuovo obbligo interesserà i contribuenti in regime forfetario(2) e in regime di vantaggio(3) che nell'anno precedente (ovvero nel 2021) hanno percepito compensi, ragguagliati ad anno, superiori a 25.000 Euro.

A seguito del nuovo obbligo di utilizzo della fattura elettronica, anche questi soggetti saranno tenuti alla ricezione in formato elettronico delle fatture passive emesse dai propri fornitori, alla conservazione elettronica delle fatture e all'assolvimento elettronico dell'imposta di bollo.

Unica eccezione è data dai contribuenti obbligati all'invio dei dati al sistema Tessera Sanitaria che saranno obbligati a continuare ad emettere le fatture in formato cartaceo.

A partire dal 1° gennaio 2024, invece, l'obbligo di emissione della fattura elettronica verrà esteso a tutti i contribuenti minimi e forfetari, indipendentemente dal superamento o meno della soglia citata di 25.000 Euro di compensi.

Le sanzioni

Si ricorda che la mancata emissione della fattura o l'emissione con un formato non corretto prevede l'erogazione di una sanzione amministrativa compresa tra il 5% ed il 10% dei corrispettivi non documentati o non registrati.

Per il terzo trimestre 2022, ossia nei primi tre mesi di obbligatorietà, non saranno applicate le sanzioni previste in caso di tardiva emissione(4) della fattura elettronica se la stessa è emessa entro il mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione.

La fatturazione estera

Con l'estensione dell'obbligo della fattura elettronica, a partire dal 1° luglio 2022, i contribuenti minimi e forfetari saranno tenuti a trasmettere allo SDI anche i dati delle fatture emesse e ricevute nei confronti dei soggetti non residenti(5).

L'imposta di bollo

Trattandosi di documenti elettronici, non è più possibile l'apposizione fisica della marca da bollo sulla fattura con la conseguenza che detta imposta dovrà essere versata con modello F24(6).



Note:

(1) Cfr. art. 18 DL n. 36/2022

(2) Art. 1, commi 54-89, legge n. 190/2014

(3) Art. 27, commi 1-2, DL n. 98/2011

(4) Si ricorda che la fattura elettronica deve essere emessa entro 12 giorni dalla data di effettuazione dell'operazione.

(5) Cfr art. 1, comma 3-bis, D.Lgs. n. 127/2015 che impone l'obbligo di trasmissione allo SDI dei dati delle fatture emesse/ricevute con controparte estera a tutti coloro che sono obbligati ad emettere le fatture in formato elettronico

(6) Per un approfondimento sugli adempimenti connessi all'imposta di bollo si veda la ns. circolare di studio n. 09/2021.