Circolare n. 03/2019: Certificazione Unica 2019

Pubblicato il in Circolari

Nei giorni scorsi l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato i software di compilazione e di controllo della Certificazione Unica 2019, utili per predisporre e verificare il modello inerente i redditi percepiti nel 2018 che i sostituti d'imposta dovranno rilasciare a tutti coloro che abbiano percepito somme e valori soggetti a ritenuta.

Ricordiamo che i destinatari della Certificazione non sono soltanto i percettori dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati, ma anche i lavoratori autonomi, i percettori di provvigioni e di redditi diversi soggetti a ritenute a titolo d'acconto o d'imposta. 

Le scadenze

I termini che i sostituti d'imposta dovranno osservare relativamente alle C.U. 2019 - p.i. 2018 sono i seguenti:

  • entro il 7 marzo, trasmettere telematicamente all'Agenzia delle Entrate il modello C.U.;
  • entro l'1 aprile, consegnare ai percipienti il modello C.U.

Anche per quest'anno, per le sole certificazioni contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata (730), il termine di presentazione all'Agenzia delle Entrate è fissato per il 31 ottobre 2018.

Regime sanzionatorio

In caso di mancato invio di ogni singola C.U., ovvero di trasmissione con errori o oltre i termini, la sanzione prevista è pari ad Euro 100,00 per ciascuna certificazione non inviata, con un massimo di Euro 50.000,00 per sostituto d'imposta.

Modalità di esecuzione dell'adempimento

E' facoltà dei sostituiti d'imposta quella di suddividere il flusso telematico da trasmettere all'Agenzia, inviando separatamente (anche avvalendosi di due intermediari diversi) le C.U. relative ai redditi da lavoro dipendente e quelle relative invece ai redditi da lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.In questa sede sarà trattata la problematica relativa alla Certificazione dei redditi da lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi in quanto le certificazioni dei percettori di redditi da lavoro dipendente, equiparati ed assimilati sono ordinariamente gestite dallo Studio per tutti i clienti che si avvalgono dei servizi di elaborazione paghe ed amministrazione del personale.

Lo Studio non si assumerà alcuna responsabilità in merito alle sanzioni che potrebbero essere erogate per inesattezze e/o difformità derivanti da incompleta o inesatta documentazione ricevuta né tantomeno per ritardi nella trasmissione della documentazione imputabile al cliente.