Circolare n. 02/2017: Nuovo modello per le lettere d'intento

Pubblicato il in Circolari

Con il provvedimento AdE 02/12/2016, l'Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello per le lettere d'intento che gli esportatori abituali devono utilizzare per comunicare ai propri fornitori la volontà di effettuare acquisti senza l'applicazione dell'Iva.

Il nuovo modello, disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate, è utilizzabile per le operazioni che si effettueranno a partire dal 1° marzo 2017.

La principale novità riguarda l'eliminazione della possibilità di effettuare l'opzione con riferimento a tutti gli acquisti effettuati in un determinato arco temporale.

Con le nuove regole, l'esportatore abituale dovrà dichiarare, oltre all'anno di riferimento ad alla tipologia di prodotto/servizio che si intende acquistare:

  • il relativo importo, se la dichiarazione si riferisce ad una sola operazione;
  • l'ammontare fino a concorrenza del quale si intende effettuare acquisti senza Iva, se la dichiarazione si riferisce a più operazioni.


Dichiarazione d'intento presentata con il vecchio modello per operazioni realizzate fino al 28/02/2017

Nel caso in cui l'esportatore abituale abbia già presentato una dichiarazione d'intento con il vecchio modello nel quale siano stati compilati:

  • i campi 3 e 4 "operazioni comprese nel periodo da" (ad esempio dall'1/1/2017 al 31/12/2017): la stessa dichiarazione non è valida per gli acquisti in sospensione da effettuare a partire dal 1° marzo 2017. Per tali operazioni deve essere presentata una nuova dichiarazione d'intento utilizzando il nuovo modello;
  • il campo 1 "una sola operazione per un importo fino ad euro" o il campo 2 "operazioni fino a concorrenza di euro": la stessa dichiarazione ha validità fino a concorrenza dell'importo indicato, rispettivamente per la sola operazione o per le più operazioni di acquisto effettuate dopo il 1° marzo 2017. In tali casi non va presentata una nuova dichiarazione d'intento.


Acquisti senza Iva per importo superiore a quello indicato nella dichiarazione d'intento

Qualora l'esportatore, nel corso dell'anno, volesse effettuare acquisti senza Iva per un importo superiore rispetto a quanto riportato nella dichiarazione d'intento, è tenuto a presentare un nuovo modello, integrante quello precedente, che indichi l'ulteriore ammontare fino a concorrenza del quale si intende continuare ad utilizzare la facoltà di effettuare acquisti senza applicazione dell'imposta.