Circolare LAVORO: "PrestO" e "Libretto di famiglia", il nuovo lavoro occasionale (ex voucher INPS)

Pubblicato il in Circolari

Con il DL n. 50/2017, recentemente convertito in Legge, sono stati introdotti i nuovi strumenti per la gestione di prestazioni lavorative di natura occasionale o saltuaria. La normativa ha introdotto due distinte tipologie:

  1. il contratto di prestazione occasionale "PrestO", destinato ad imprese e professionisti;
  2. il "libretto di famiglia", destinato agli utilizzatori privati (persone fisiche).

Con la presente circolare, alfine di offrire una panoramica sintetica della normativa, gli argomenti sono trattati in maniera schematica, dando evidenza delle principali novità e dei nuovi obblighi. Lo Studio resta a disposizione per fornire a tutti gli interessati ulteriori informazioni nonché le note operative utili alla corretta gestione degli adempimenti.

PROFILI COMUNI

LIMITI ECONOMICI (DA INTENDERSI NELL'ANNO CIVILE 1° GENNAIO-31 DICEMBRE)

a) per ogni prestatore, con riferimento alla totalità degli utilizzatori, compensi di un importo non superiore a 5.000 Euro;
b) per ogni utilizzatore, con riferimento alla totalità dei prestatori, compensi di importo non superiore a 5.000 Euro;
c) per le prestazioni complessivamente rese da ogni prestatore in favore del medesimo utilizzatore, a compensi di importo non superiore a 2.500 Euro.

Al solo fine del rispetto del limite del precedente punto b), i compensi percepiti dai titolari di pensione di invalidità/vecchiaia, da giovani con meno di 25 anni iscritti ad un ciclo di studi, disoccupati e percettori di ammortizzatori sociali, sono computati nella misura del 75% del loro ammontare.

Tali limiti sono da intendersi al netto di contributi, premi assicurativi ed oneri di gestione.


LIMITI DI ORARIO (DA INTENDERSI NELL'ANNO CIVILE 1° GENNAIO - 31 DICEMBRE)

In aggiunta ai limiti economici già descritti, le prestazioni svolte da un singolo prestatore nei confronti di un utilizzatore, non possono eccedere la soglia massima di 280 ore nell'arco di un anno civile.

La soglia economica e la soglia oraria operano congiuntamente e pertanto si commette una violazione anche nel caso di superamento di uno solo dei limiti indicati.


DIRITTI DEL PRESTATORE DI LAVORO

Il prestatore di lavoro ha diritto, per lo svolgimento della prestazione, all'assicurazione presso la gestione separata dell'INPS, nonché all'assicurazione INAIL contro gli infortuni e le malattie professionali.

L'Istituto provvede periodicamente all'accredito dei contributi previdenziali nonché al trasferimento all'INAIL dei premi assicurativi.


CARATTERISTICHE DEI COMPENSI

  • esenti da imposizione fiscale;
  • non incidono sullo stato di disoccupato;
  • sono computabili per determinare il reddito per il rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno.


ESCLUSIONI

L'utilizzatore non potrà richiedere prestazioni a soggetti coni quali ha in essere un rapporto di lavoro subordinato o di collaborazione coordinata e continuativa. Il divieto è esteso anche ai soggetti per i quali tali rapporti sono cessati da meno di 6 mesi.


1. "PRESTO" - IL CONTRATTO DI PRESTAZIONE OCCASIONALE

 AMBITO DI APPLICAZIONE Prestazioni di lavoro di natura occasionale o saltuarie, di ridotta entità, rese a favore di soggetti non persone fisiche (professionisti, lavoratori autonomi, imprenditori, associazioni, fondazioni ed altri enti di natura privata, nonché amministrazioni pubbliche).
 DIVIETI

 E' vietato il ricorso al contratto di prestazione occasionale:

  • per gli utilizzatori che occupano più di 5 lavoratori a tempo indeterminato;
  • nell'ambito di esecuzione di appalti di opere o servizi;
  • da parte di imprese dell'edilizia o dei settori affini (esercenti attività di escavazione o lapidei, imprese del settore delle miniere, cave o torbiere).
 VALORE DEL COMPENSO La misura minima del compenso è pari a 9,00 euro (netti) per ogni ora di lavoro. Tuttavia l'INPS ha chiarito che il compenso minimo giornaliero non può essere comunque inferiore a 36,00 euro (netti), anche qualora la prestazione lavorativa risulti inferiore a 4 ore.
 DIRITTI DEL PRESTATORE
  •  al riposo giornaliero (11 ore consecutive di riposo nell'arco delle 24 ore);
  • alle pause (10 minuti di pausa qualora la prestazione giornaliera ecceda le 6 ore);
  • al riposo settimanale (almeno due periodi di riposo di 24 ore consecutive da computarsi in un periodo di 14 giorni e da sommarsi al riposo giornaliero);
  • alle misure di tutela della salute e della sicurezza ai sensi del D.Lgs. n. 81/2008.
 COSTO Il costo orario complessivo a carico dell'utilizzatore è pari a 12,41 euro e ricomprende i contributi INPS, l'assicurazione INAIL, nonché gli oneri di gestione.
 ADEMPIMENTI

1. registrazione al portale INPS (attivo dal 10/07/2017) da parte dell'utilizzatore e dei prestatori;

2. pre-acquisto delle prestazioni da parte dell'utilizzatore mediante pagamento con modello F24 o con altri strumenti di pagamento elettronico (es. carta di credito);

3. comunicazione preventiva della prestazione tramite portale INPS, da svolgersi a cura dell'utilizzatore almeno 60 minuti prima dell'inizio dell'attività, riportante i seguenti dati:

a. dati anagrafici del prestatore;

b. luogo di svolgimento della prestazione;

c. oggetto della prestazione;

d. data ed ora di inizio/fine prestazione;

e. compenso pattuito per la prestazione in misura comunque non inferiore a 36,00 euro per prestazioni di durata non superiore a 4 ore continuative nell'arco della singola giornata.

Nel caso una prestazione comunicata non venisse svolta, l'utilizzatore ha la possibilità di revocarla nei 3 giorni successivi.

 PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI Il compenso al prestatore verrà pagato direttamente dall'INPS entro il giorno 15 del mese successivo a quello di svolgimento della prestazione. Il pagamento avverrà tramite accredito delle somme sul conto corrente comunicato dal prestatore o, in assenza, tramite bonifico bancario domiciliato e riscuotibile presso gli uffici postali.
 APPARATO SANZIONATORIO

 - superamento dei limiti

In caso di superamento, da parte dell'utilizzatore, del limite economico (2.500,00 euro/anno) o del limite di durata (280 ore/anno), il rapporto di lavoro occasionale viene trasformato in rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato.

- violazione degli obblighi di comunicazione

In caso di violazione degli obblighi di comunicazione preventiva, si applica la sanzione amministrativa che prevede il pagamento di una somma da 500,00 a 2.500,00 euro per ogni prestazione lavorativa giornaliera per cui risulta accertata la violazione. 


2. "LIBRETTO DI FAMIGLIA"

 AMBITO DI APPLICAZIONE

 I beneficiari di queste prestazioni sono le persone fisiche al di fuori dell'esercizio di attività professionali o di impresa. L'ambito di applicazione è riservato alle seguenti specifiche attività:

- piccoli lavori domestici, compresi lavori di giardinaggio, pulizia o manutenzione;

- assistenza domiciliare ai bambini e alle persone anziane, ammalate o con disabilità;

- insegnamento privato supplementare.

 VALORE DEL COMPENSO La misura minima del compenso è pari a 8,00 euro (netti) per ogni ora di lavoro.
 COSTO Il costo orario complessivo a carico dell'utilizzatore è pari a 10,00 euro e ricomprende in contributi INPS, l'assicurazione INAIL nonché gli oneri di gestione
 ADEMPIMENTI

1. registrazione al portale INPS (attivo dal 10/07/2017) da parte dell'utilizzatore e dei prestatori;

2. pre-acquisto delle prestazioni da parte dell'utilizzatore mediante pagamento con modello F24 o con altri strumenti di pagamento elettronico (es. carta di credito);

3. comunicazione consuntiva tramite portale INPS, da svolgersi al termine della prestazione lavorativa e comunque non oltre il terzo giorno del mese successivo a quello di svolgimento della prestazione. I dati richiesti sono:

- dati anagrafici del prestatore;

- luogo di svolgimento;

- numero di titoli utilizzati per il successivo pagamento della prestazione;

- durata della prestazione;

- ambito di svolgimento della prestazione.

 PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI Il compenso al prestatore verrà pagato direttamente dall'INPS entro il giorno 15 del mese successivo a quello di svolgimento della prestazione. Il pagamento avverrà tramite accredito delle somme sul conto corrente comunicato dal prestatore o, in assenza, tramite bonifico bancario domiciliato e riscuotibile presso gli uffici postali.


Al fine di limitare l'analisi delle casistiche più rilevanti, con la presente circolare non sono stati analizzati i casi in cui le pubbliche amministrazioni o le imprese agricole rivestono il ruolo di committente.