Circolare n. 6/2018: Certificazione Unica 2018

Pubblicato il in Circolari

L'Agenzia delle Entrate in data 15 gennaio 2018 ha approvato il modello di Certificazione Unica (C.U.) 2018, che i sostituti d'imposta dovranno rilasciare a tutti coloro che, nel 2017, abbiano percepito somme e valori soggetti a ritenute.

Ricordiamo che i destinatari della certificazione non sono soltanto i percettori dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati, ma anche i lavoratori autonomi, percettori di provvigioni e di redditi diversi soggetti a ritenute a titolo di acconto o d'imposta.

N.B. I redditi percepiti dai lavoratori autonomi vanno certificati anche nel caso in cui il soggetto che ha erogato la prestazione abbia adottato un regime fiscale tale per cui non sia tenuto ad applicare la ritenuta (come nel caso dei contribuenti forfetari o minimi).


Le scadenze

I termini che i sostituti d'imposta dovranno osservare relativamente alle C.U. 2018-p.i. 2017 sono i seguenti:

  • entro il 7 marzo, trasmettere all'Agenzia delle Entrate il modello C.U.;
  • entro il 31 marzo, consegnare ai percipienti il modello C.U.
Da quest'anno, per le sole C.U. 2018 contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata (730), il termine di trasmissione all'Agenzia delle Entrate è fissato al 31 ottobre 2018.

Regime sanzionatorio

In caso di mancato invio di ogni singola C.U., ovvero di trasmissione con errori o oltre i termini, la sanzione prevista è pari ad Euro 100,00 per ciascuna certificazione non inviata, con un massimo di Euro 50.000,00 per sostituto d'imposta.
Una volta inviati i modelli, resta salva la possibilità di modificarne i contenuti entro il 12 marzo senza applicazione delle sanzioni, oppure entro il 6 maggio con l'applicazione della sanzione ridotta ad un terzo, con un massimo di Euro 20.000,00 per sostituto d'imposta.

Modalità di esecuzione dell'adempimento

E' facoltà dei sostituti d'imposta di suddividere il flusso telematico da trasmettere all'Agenzia, inviando separatamente (anche avvalendosi di due intermediari diversi) le C.U. relative ai redditi da lavoro dipendente e quelle relative invece ai redditi da lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. 
In questa sede sarà trattata la problematica relativa alla certificazione di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi in quanto le certificazioni dei percettori di redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati sono ordinariamente gestite dallo Studio per tutti i clienti che si avvalgono dei servizi di elaborazione paghe ed amministrazione del personale.
Lo Studio non si assumerà alcuna responsabilità in merito alle sanzioni che potrebbero essere erogate per inesattezze e/o difformità derivanti da incompleta o inesatta documentazione ricevuta né tanto meno per ritardi nella trasmissione della documentazione imputabile al cliente (Ipotesi 2 e Ipotesi 3 dello schema sotto riportato).
Vi preghiamo pertanto di leggere attentamente quanto di seguito riportato al fine di comunicare al collaboratore di Studio, Vostro riferimento, a modalità di gestione prescelta.

SCHEMA RIASSUNTIVO ADEMPIMENTI, CASISTICHE ED ONORARI PROFESSIONALI

  • CLIENTI CHE SI SONO AVVALSI IN PASSATO DELL'ASSISTENZA DELLO STUDIO PER LA PREDISPOSIZIONE DELLE CERTIFICAZIONI

Aziende con contabilità gestita dallo Studio
Come di consueto lo Studio provvederà a porre in essere tutte le attività necessarie al fine di adempiere correttamente agli adempimenti telematici consegnando al cliente in formato cartaceo o pdf il modello ministeriale per la successiva consegna della certificazione al percipiente.
Il costo relativo all'attività svolta dallo Studio sarà pari ad Euro 15,00 per ogni singolo percipiente.

Aziende che gestiscono la contabilità in proprio
I clienti che gestiscono direttamente la contabilità, inderogabilmente entro il 21 febbraio 2018, (termine oltre il quale lo Studio non garantisce l'esecuzione del servizio), dovranno consegnare allo scrivente tutte le fatture assoggettate nell'esercizio a ritenute unitamente ai Modelli F24 relativi ai versamenti.
Il costo relativo all'attività svolta dallo Studio sarà pari ad Euro 20,00 per ogni singolo percipiente.

  • CLIENTI CHE IN PASSATO HANNO PROVVEDUTO AUTONOMAMENTE ALL'ADEMPIMENTO

Ipotesi 1) il cliente decide di provvedere integralmente ad autonomamente all'adempimento:

Il cliente dovrà:
  • dotarsi autonomamente della procedura per la compilazione elettronica della C.U.
  • registrarsi, a seconda dei casi, ai canali telematici FISCONLINE o ENTRATEL
  • provvedere in proprio alla compilazione ed al controllo delle certificazioni
  • trasmettere direttamente all'Agenzia delle Entrate il file compilato attraverso il canale telematico FISCONLINE o ENTRATEL (aperto a proprio nome)
  • stampare le certificazioni C.U. e consegnarle ai singoli percipienti entro i termini di Legge.
Non sono pertanto previsti adempimenti a carico dello Studio.

Ipotesi 2) il cliente acquista la procedura per la compilazione elettronica C.U. ma non intende accreditarsi ai servizi telematici dell'Agenzia delle entrate 

Il cliente dovrà:
  • dotarsi autonomamente della procedura per la compilazione elettronica della C.U.
  • provvedere in proprio alla compilazione ed al controllo delle certificazioni
  • trasmettere allo Studio il file in formato telematico, controllato e verificato
  • stampare le certificazioni C.U. e consegnarle ai singoli percipienti entro i termini di Legge
Lo Studio provvederà a:
  • inoltrare il flusso telematico trasmesso dal cliente all'Agenzia delle Entrate in qualità di intermediario
Il costo relativo all'attività svolta dallo Studio sarà pari ad Euro 10,00 per ogni singolo percipiente.

Ipotesi 3) Il cliente non intende acquistare la procedura per la compilazione elettronica C.U. ma intende avvalersi dello Studio per la procedura di trasmissione delle C.U. all'Agenzia delle Entrate

Il cliente dovrà:
  • provvedere in proprio alla compilazione delle certificazioni in carta libera e/o su modello ministeriale
  • trasmettere allo Studio copia delle certificazioni prodotte entro il 12/02/2018
Lo Studio provvederà a:
  • ricaricare le anagrafiche dei percipienti e le relative certificazioni
  • trasmettere direttamente all'Agenzia delle Entrate il file compilato in qualità di intermediario
  • trasmettere al cliente le certificazioni prodotte su modello ministeriale in formato cartaceo o pdf al fine di permettere la successiva consegna, da parte del cliente, al percipiente.

Il costo relativo all'attività svolta dallo Studio sarà pari ad Euro 15,00 per ogni singolo percipiente.