Circolare LAVORO: Le novità in materia di lavoro introdotte dal c.d. Decreto Dignità - 2^ parte

Pubblicato il in Circolari

Sulla Gazzetta Ufficiale del giorno 11 agosto 2018 è stata pubblicata la legge di conversione del DL 87/2918 (c.d. Decreto Dignità). La legge, in vigore dal 12 agosto 2018, ha introdotto importanti modifiche alla normativa in materia di:

  • contratto di lavoro a tempo determinato;
  • somministrazione di lavoro;
  • esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato di soggetti under 35;
  • utilizzo di voucher per le prestazioni occasionali nei settori turismo ed agricoltura;
  • indennità di licenziamento ed offerta conciliativa.

Con la presente circolare si intende fornire una sintesi delle principali modifiche apportate dal provvedimento in materia di esonero contributivo, voucher per prestazioni occasionali ed indennità di licenziamento. Le altre tematiche sono state approfondite con la circolare LAVORO precedente.


Esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato di soggetti under 35

La legge di conversione ha esteso agli anni 2019 e 2020 la possibilità di fruire dell'esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato di soggetti fino ai 35 anni di età. Tale normativa si colloca in continuità con il precedente quadro normativo che, tuttavia, a partire dall'anno 2019 aveva previsto i benefici per i soggetti fino ai 30 anni di età.

L'esonero, in linea con l'attuale, prevede una riduzione della contribuzione nella misura del 50% dei contributi previdenziali INPS a carico del datore di lavoro nel limite annuo di euro 3.000,00.

L'agevolazione sarà riconosciuta per un periodo massimo di 36 mesi. 

A titolo informativo si sottolinea che tale misura è applicabile ai rapporti a tempo indeterminato instaurati con soggetti che - alla data di assunzione/trasformazione incentivata - non siano mai stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro.

Ai fini dell'accesso all'agevolazione, non saranno considerati ostativi eventuali periodi di apprendistato che non siano poi stati confermati in qualifica al termine del periodo formativo.

Le modalità di fruizione dell'esonero saranno disciplinate da un apposito decreto ministeriale. 


Utilizzo di voucher per le prestazioni occasionali

Sono state introdotte alcune modifiche alla disciplina delle prestazioni occasionali retribuite tramite voucher INPS denominati "PrestO" con specifico riferimento ai settori agricoltura e turismo.

La principale novità è l'introduzione di una deroga alla disciplina generale che consente ora l'utilizzo del voucher alle aziende alberghiere ed alle strutture ricettive del settore turismo che hanno alle proprie dipendenze fino a 8 lavoratori a tempo indeterminato.

Tuttavia tale deroga opera esclusivamente nel caso in cui le prestazioni siano svolte da:

  • pensionati; disoccupati; percettori di prestazioni integrative del salario o di sostegno al reddito; giovani studenti con meno di 25 anni di età, se regolarmente iscritti a un ciclo di studi presso un istituto scolastico di qualsiasi ordine e grado ovvero a un ciclo di studi presso l'università.


Indennità di licenziamento ed offerta conciliativa

Un'ultima importante modifica introdotta dal DL 87/2018 riguarda l'incremento dell'indennità di licenziamento che un datore di lavoro deve riconoscere in caso di licenziamento di un lavoratore assunto con la normativa delle c.d. tutele crescenti.

In particolare: "In tutti i casi in cui non sia stata accertata giudizialmente la totale insussistenza del fatto materiale posto a base del licenziamento, ma lo stesso risulti ugualmente non assistito dagli estremi necessari, il giudice dichiarerà estinto il rapporto di lavoro e condannerà il datore di lavoro al pagamento di un importo non inferiore a sei e non superiore a trentasei mensilità". 

La modifica riguarda anche l'offerta di conciliazione prevista dal D.Lgs. 23/2015.

Di seguito si fornisce una tabella che illustra le modifiche intervenute.

Indennità licenziamento illegittimo

 Datori di lavoro con organico SUPERIORE a 15 dipendenti
  Calcolo indennità risarcitoriaIndennità minima Indennità massima 

 Fino al 13 luglio 2018

2 mensilità per ogni anno di servizio 24 
 Dal 14 luglio 20182 mensilità per ogni anno di servizio 36 
 Datori di lavoro con organico FINO a 15 dipendenti
  Calcolo indennità risarcitoriaIndennità minima Indennità massima 
 Fino al 13 luglio 20181 mensilità per ogni anno di servizio 
 Dal 14 luglio 20181 mensilità per ogni anno di servizio 


Offerta di conciliazione


 Datori di lavoro con organico SUPERIORE a 15 dipendenti
  Calcolo offerta conciliativaIndennità minima Indennità massima 
 Fino al 13 luglio 20181 mensilità per ogni anno di servizio 18 
 Dal 14 luglio 20181 mensilità per ogni anno di servizio 27 



 Datori di lavoro con organico FINO a 15 dipendenti
  Calcolo indennità conciliativaIndennità minima Indennità massima 
 Fino al 13 luglio 20180,5 mensilità per ogni anno di servizio 
 Dal 14 luglio 20180,5 mensilità per ogni anno di servizio 1,5